Esercizi svolti di fisica

La seguente raccolta di esercizi svolti svolti di fisica è rivolta agli studenti universitari delle facoltà scientifiche, in particolare ingegneria, ma anche agli studenti delle scuole superiori ( vedi la sezione Fisica per le superiori – 46 esercizi svolti – ). La sezione per gli universitari (qui sotto) è completa di dispense che fungono da utili formulari.

Fisica 1
Calcolo Vettoriale (dispensa e 5 esercizi svolti)
Cinematica (dispensa e 14 esercizi svolti)
Dinamica (3 dispense e 13 esercizi svolti)
Lavoro ed energia (dispensa e 9 esercizi svolti)
Punti materiali e urti (dispensa e 8 esercizi svolti)
Corpo rigido (dispensa e 9 esercizi svolti)
Gravitazione (dispensa e 5 esercizi svolti)
Calorimetria e Termodinamica (2 dispense e 12 esercizi svolti)

Fisica 2
Elettrostatica – Calcolo diretto campo elettrico (dispensa e 5 esercizi svolti)
Elettrostatica – Calcolo campo elettrico con Gauss (dispensa e 6 esercizi svolti)
Elettrostatica – Calcolo del potenziale elettrostatico (dispensa e 5 esercizi svolti)
Elettrostatica – Conduttori (dispensa e 4 esercizi svolti)
Elettrostatica – Condensatori (dispensa e 5 esercizi svolti)
Elettrostatica – Dielettrici (dispensa e 4 esercizi svolti)
Corrente elettrica stazionaria (dispensa e 5 esercizi svolti)
Circuiti statici (dispensa con esercizi di esempio)
Magnetostatica – Campo magnetico nel vuoto (dispensa e 9 esercizi svolti)
Magnetostatica – Campo magnetico nei materiali (dispensa e 4 esercizi svolti)
Magnetostatica – Forze magnetiche (dispensa e 5 esercizi svolti)

Meccanica dei Fluidi (dispensa e 3 esercizi svolti)

Elettromagnetismo
Induzione elettromagnetica (dispensa e 5 esercizi svolti)
Correnti alternate e circuiti oscillanti (dispensa con esercizi base)

Ottica
Ottica geometrica (dispensa ed esercizi svolti in arrivo)

Schede di approfondimento
Perchè bisogna ancorare al molo le navi alla discesa dei passeggeri?
Ci vuole più forza a tirare o spingere una cassa?
Come funzionano gli altimetri?
L’equazione di continuità nelle nostre case
Come volano le mongolfiere? Ovvero, come galleggiano le navi?

Note sull’autore

” Rebecca Re si è laureata in Ingegneria Fisica al Politecnico di Milano e ha poi conseguito il Dottorato di ricerca in Fisica nello stesso istituto. Attualmente è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano. L’ambito di ricerca in cui lavora riguarda la diffusione della luce nei tessuti biologici e lo sviluppo di sistemi laser per la spettroscopia ottica funzionale nel vicino infrarosso (fNIRS). L’applicazione principale è il functional imaging cerebrale per il monitoraggio dell’emodinamica tissutale. Svolge attività di supporto alla didattica di fisica 1, fisica 2 ed elettromegnatismo per diversi corsi di ingegneria al Politecnico di Milano. Ha inoltre collaborato alla realizzazione dei MOOC (massive Open Online Courses) del Politecnico di Milano cioe’ video di didattica della fisica aperti a tutti gli studenti delle superiori che vogliono affacciarsi al mondo universitario. Attualmente si sta affacciando a molti aspetti innovativi sia nella didattica (on-line,…) sia tecnologici (stampa 3D, tecnologie fotoniche, …).

12 thoughts on “Esercizi svolti di fisica

    1. Non saprei ma possiamo cercare di farla noi! Mi spieghi bene cosa hai bisogno? Magari con un esempio

    1. Col tempo speriamo di sì…ma prima vorremmo completare la parte di elettromagnetismo…buono studio

  1. non so a chi chiedere risposta al seguente quesito: PERCHE’ UN’AUTO PIU’ E’ VELOCE PIU’ E’ SENSIBILE AL VENTO LATERALE? C’E’ UNA RISPOSTA UTILIZZANDO LE LEGGI DELLA FISICA? vorrei tanto una risposta. Ringrazio sentitamente Luigi Mendicini medico in Fabriano

    1. L’attrito viscoso dipende dalla velocità ed è dovuto all’aria. Per ora non abbiamo ancora trattato questo argomento nelle nostre dispense. buono studio.

  2. Salve, potreste aiutarmi a risolvere questo esercizio di fisica? Grazie mille!

    Un oggetto è trascinato verso l’alto da un palloncino pieno di elio. Quando il palloncino si trova ad una quota di 80 m e si sta muovendo alla velocità di 12 m/s, l’oggetto si stacca ed inizia a cadere verso il suolo.
    Calcolare (a) quanto tempo impiega l’oggetto a raggiungere il terreno. (b) Con che velocità l’oggetto urta il terreno. Rappresentare il moto dell’oggetto in un grafico y(t) (dove y rappresenta la quota dal suolo).

  3. Grazie di cuore, infinite. Dispense utilissime ed eccellenti, avete fatto più voi in 2 giorni che il mio prof in 6 mesi di lezioni. Grazie ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *