Studio di funzioni – Esercizio 13

 

Scarica tutti i 101 studi in formato PDF e sostieni il progetto Matepratica con soli 3,99€: clicca qui per effettuare il pagamento, riceverai subito un link via mail dove poter scaricare uno Zip con tutti gli studi pubblicati sul sito in versione PDF. Per ulteriori info scrivi a alberto@matepratica.it

 

 

 

Scarica tutti i 101 studi in formato PDF e sostieni il progetto Matepratica con soli 3,99€: clicca qui per effettuare il pagamento, riceverai subito un link via mail dove poter scaricare uno Zip con tutti gli studi pubblicati sul sito in versione PDF. Per ulteriori info scrivi a alberto@matepratica.it

25 thoughts on “Studio di funzioni – Esercizio 13

    1. x^2+3 è positivo per ogni x perchè x^2 è sempre positivo, tranne nel caso di x=0, ma 0^2+3=3, quindi il risultato è positivo anche in questo caso.

  1. Albert un consiglio quando svolgi uno studio di funzione fai si che descrivi ogni singolo passaggio, non ha senso che svolgi saltando alcuni calcoli perchè tua già sai a priori che si fa in un certo modo e ti ricordo che ci sono persone che non hanno in mente i tuoi passaggi e quindi diventa ancora più difficile la comprensione buona giornata a tutti

  2. ciao.. scusa non ho capito perchè fai cosi pochi calcoli per i limiti…
    non fai quello orizzontale, verticale e obliquo separatamente?
    come fai a capire quale bisogna calcolare??
    grazie

  3. Ciao :) la stavo risolvendo e volevo chiedere una cosa , in ( 0 . 0 ) oltre ad’avere l’intersezione , abbiamo anche il punto di flesso per caso ? lo studio della deriv seconda ci dice che 6x > = o per x maggiore uguale , quindi prima di zero e negativa , allora abbiamo il cambio di concavità , o sto dicendo cazzate ??? :D fatemi sapere graziee !!!

  4. Buonasera, e grazie x l’aiuto che ci offri..
    Cmq volevo chederti non ci sono punti di max e min? se sì, potresti scrivermi passaggio per passaggio? sempre se nn è un disturbo :)
    Grazie ancora !! :3

    1. x^2=-3 –> impossibile, perchè non esiste nessun numero reale che elevato al quadrato da un risultato negativo

    1. Qualunque sia x, se lo elevi al quadrato ottieni un numero sempre >=0, a maggior ragione se aggiungi 3 a un numero positivo o nullo ottieni un numero positivo.

  5. la derivata seconda non puoi semplificarla perché è una funzione, non un’equazione
    3x^2+3 = 0 (equazione)
    é diversa da
    3x^2+3 = f(x)

    potresti semplificare ma otterresti
    x^2+1 = f(x)/3

  6. Non c’è un perchè, avrei dovuto. Solo che si vede subito che se dividi la funzione per x, ottenendo f(x)/x=x^2 +3, i limiti per x–>+-inf tendono comunque a infinito. Quindi asintoti obliqui non ce ne sono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.