Relatività e meccanica quantistica unite: un passo avanti

Apparentemente fisica quantistica e teoria della relatività appaiono molto distanti tra loro, inconciliabili. La prima si occupa delle forze elettromagnetiche e nucleari, la seconda della forza gravitazionale.

In realtà già nel 1960, con l’ipotesi del’esistenza del gravitone formulata dal Nobel Richard Feynman, c’è stato il primo passo verso l’unificazione di queste due grandi branche della fisica.
Dopo ulteriori progressi compiuti a partire dagli anni 90, lo scorso novembre David J. Toms (Università di Newcastle, UK) ha sostenuto che, anche se la gravità non contiene in sè tutte le forze, almeno qualitativamente unisce elettromagnetismo e forze nucleari. Trascurando la gravità, la forza elettromagnetica si intensifica al diminuire delle distanze, mentre le forze nucleari si indeboliscono. Ma la gravità indebolisce le forza elettromagnetiche, costringendole a comportarsi, per scale molto piccole, come le forze nucleari.

Sebbene il nobel Wilczek definisca “impressionanti” i risultati di questo studio, i fisici (Toms stesso), prima di essere convinti di aver “chiuso il cerchio”, dovranno ottenere ulteriori concreti riscontri.

Fonte: Scientific American

One thought on “Relatività e meccanica quantistica unite: un passo avanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *