Fisica 1 – Lavoro ed Energia – Esercizio 8

Un pendolo di massa m è collegato tramite una barra rigida di lunghezza l e massa trascurabile ad un perno fisso su di un piano verticale. Alla quota più bassa il pendolo ha velocità v_in.

a) Quale sarà il valore minimo di v_in affinché il pendolo raggiunga la quota massima?
b) Se al posto della barretta ci fosse una fune ideale, avrei la stessa v_in minima?

3 thoughts on “Fisica 1 – Lavoro ed Energia – Esercizio 8

  1. Ma perché nel porre mg2l+1/2mV_in(alla seconda)>mg2l+1/2mgl si aggiunge 1/2mgl al secondo termine della disequazione?

  2. Scusate ma il valore minimo di v_in non si ha quando il pendolo raggiunge il punto in alto con velocità v_fin=0 ?
    Intuitivamente quello è il caso limite in cui serve la minor quantità di velocità iniziale per far raggiungere l’altezza massima… il problema infatti non specifica che il pendolo debba poi tornare giù…

    1. Si quando hai a che fare con un’asta rigida.
      Infatti viene considerato il caso in cui v_fin>=0, il caso minimo sarà infatti proprio quando v_fin=0.
      Nel caso della fune, devi arrivare con una tensione T>=0. Nel caso limite, arrivi con T=0 e la pallina ricade lungo la verticale tornando al punto iniziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *